Parco Guido Rossa-Ieri e oggi!

IERI

Destinata a parco pubblico una superficie di circa 17.000 mq., nel settore Est di Settecamini lungo la via Tiburtina. 
Sull’estremo bordo sud, in prossimità con la via di Casal Bianco è stato rinvenuto, nel 1978, un insediamento antico , probabilmente una villa con peristilio oggi interrata. Nella fascia mediana, compresa tra la via di Settecamini e via di Casal Bianco, una grande area è riservata all’ampliamento del Centro Anziani, gli anziani ospitati saranno importanti i fruitori del futuro Parco. 
Il progetto del Parco “Guido Rossa” intende promuovere un’azione diffusa di riqualificazione e di conservazione del patrimonio esistente, delle preesistenze storiche e sociali ed anche del verde.

Il tema del progetto è infatti la realizzazione di un sistema di percorrenze tematizzate a carattere pedonale ed accessibili a tutti: il primo, longitudinale con andamento lungo la direttrice Nord-Sud, collega l’ambito urbano della Riserva Cacciatora con l’asse viario di Via Casal Bianco, e vede diverse qualità di spazi, luoghi di sosta, aree pavimentate e protette alternate da viali, rampe e scale; il secondo asse, trasversale, ha un andamento più costante e regolare e si sviluppa lungo la direttrice Est- Ovest collegando la piccola area destinata a parcheggio. Particolare attenzione è stata rivolta agli accessi al Parco che sono stati individuati in tutti i terminali delle percorrenze principali. Di particolare importanza sono i due accessi di via Casal Bianco e dell’insediamento Riserva Cacciatora, essi sono vere e proprie piazze, utilizzabili dalla comunità per manifestazioni culturali , attività ludiche… 

Il progetto prevede la realizzazione di nuovi parcheggi che si attestano in contiguità con gli accessi pedonali al parco: N. 28 posti lungo via di Casal Bianco, n. 14 lungo via Guido Rossa e la rifunzionalizzazione dell’area già destinata a parcheggio ubicata lungo la via Settecamini. 
– I viali: sono gli assi principali di attraversamento e i luoghi in cui si attestano le aree destinate alla sosta con sedute , la loro larghezza varia dai 4 ai 3,2 metri. Parallelamente ai viali e alle rampe, tra la pavimentazione in tufo e il canale a cielo aperto è previsto l’inserimento di una fascia in acciottolato prevista per orientare i non vedenti. Le superfici pavimentate rimandano al tufo sottostante . 
– I sentieri: con andamento più spontaneo e naturalistico , essi riconducono verso i luoghi tematici: radure, slarghi, alberi, la loro pavimentazione è la graniglia calcarea tipo Macadam. 
– Le stanze: nelle immediate vicinanze dei viali, si aprono le stanze, i luoghi dello stare, con sedute fisse in muratura di tufo e travertino. 
– La radura: è la meta per chi attraversa la selva vista la sua localizzazione sulla sommità del promontorio del versante sud, è un luogo protetto da una rotonda di pini. 
– L’area archeologica: sono previste opere di reinterro con materiale proveniente dagli scavi fino ad ottenere il completo livellamento. , la realizzazione di un sentiero che colleghi gli scavi alle percorrenze, la realizzazione di una seduta , la formazione di un tappeto erboso e la rimozione dell’attuale recinzione

Finanziamento: € 1.187.850,87 
Inizio dei lavori: giugno 2003 

Terminati i lavori nel pomeriggio del 18 maggio 2005 ,l’ assessore Carrazza ,il Presidente del municipio Caradonna e i cittadini di Settecamini hanno festeggiato la fine dei lavori del parco .

Il parco ,dedicato al sindacalista ucciso dalle BR nel 1979 viene inaugurato a novembre 2005 pur non completato interamente.

2 ettari :2900mq pavimentati-13mila area verde-770 area gioco bimbi.

OGGI

Settembre 2018 dopo l’annuncio in pompa magna dell’attuale giunta di 350 mila euro da stanziare su questo parco due anni fa ancora ad oggi aspettiamo una risistemazione visto lo stato in cui versa come segnalato in continuazione…..

i 13 mila mq di area verde ,se non qualche sporadico sfalcio dopo aver mandato segnalazioni a iosa e se non fosse che ogni tanto qualche cittadino stanco provvedesse allo sfalcio in maniera autonoma ,avremmo praticamente una jungla completa anche di fauna.

l’erba e’ ancora altissima …noi ancora attendiamo lo sfalcio ordinario….che ormai e’ diventato straordinario.

 

                                                                                  

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close